saluto

martedì 24 gennaio 2017

Elisabeth Vigée Le Brun e il suo quadro scandaloso


Elisabeth Vigée Le Brun (1755-1842) ritrattista molto apprezzata, nel 1787 esponendo l’autoritratto con la figlia Jeanne-Lucie provocò un piccolo scandalo che scioccò il pubblico del Louvre. In un’epoca in cui mostrare i denti era considerato plebeo, volgare, maleducato e anche un segno di lascivia o di follia, lei si ritrasse sorridente e con i denti in vista.

Elisabeth Vigée Le Brun (1755-1842) fu una delle donne più affascinanti e di talento del suo tempo. Bella, ambiziosa, sicura di sé e soprattutto abile pittrice. I calunniatori le attribuirono numerosi amanti, e ci fu persino chi l’accusò di non saper dipingere. Fu una delle ritrattiste più ricercate dalle famiglie nobili del suo tempo. Nel 1777 incontrò la regina Maria Antonietta e diventate amiche, nel decennio che seguì realizzò una trentina di ritratti della sovrana. Fu nominata membro dell’Académie Royale de Peinture et de Sculpture ed ebbe accesso alle regge di tutta Europa. Il 6 ottobre 1789 Elisabeth, frequentatrice di Versailles per sfuggire alla Rivoluzione, scappò dalla Francia e venne in Italia con la figlia Julie e la badante. Sperava di poter tornare presto in patria, ma vi rientrò solo dopo una dozzina d’anni d’esilio trascorsi un po’ in Italia, dove fu nominata membro di tutte le accademie italiane, poi a Vienna e in Russia.
Elisabeth nel 1835 e il 1837 pubblicò “Souvenirs” un memoriale in diversi volumi che fornisce una visione della formazione degli artisti, alla fine del periodo dominato dalle accademie reali.
Vigée Le Brun ha lasciato un'eredità di 660 ritratti e 200 paesaggi. Le sue opere si trovano nei principali musei europei come l'Hermitage, la National Gallery, la galleria degli Uffizi, e in musei americani come il Metropolitan Museum of Art...

6 commenti:

  1. Post molto interessante. Complimenti :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Anna
    Felice giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  3. Hello Enrico!
    Great post. I like, I love painting.
    Kisses and greetings.
    Lucja

    RispondiElimina
  4. La cosa che mi diverte è che era scandaloso mostrare i denti anche mentre si rideva.:-)
    Ciao Łucja felice giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  5. Ciao caro Enrico, siamo a casa per un pit-stop e partiamo sta sera con il camper.. sai anche i cani trovano il sorriso delle persone con la visibilità dei denti scortese... se io sorrido a Tatanka con i denti lei gira la testa da parte e non ti guarda più nella faccia ;) ... scusa della mia scarsa presenza sono sempre via con il camper.. bussi Rebecca

    RispondiElimina
  6. Io avevo una barboncina alla quale avevo insegnato a mostrare i denti, quando gli dicevo: ‘fai brutto muso’ la cosa pare la divertisse perché poi correva scodinzolante a farsi coccolare. :-)
    Girare con il camper è più divertente che stare seduti a scrivere sul blog. Buon divertimento, un abbraccio, bussi
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM